Opzioni di investimento

Il finanziamento di FondoSanità avviene mediante il versamento di contributi volontari, che sono investiti in strumenti finanziari (quali azioni, titoli di Stato e altri titoli obbligazionari, quote di fondi comuni di investimento), sulla base della politica di investimento definita per ciascun comparto del Fondo.

I contributi producono nel tempo un rendimento variabile in funzione degli andamenti dei mercati e delle scelte di gestione. FondoSanità non effettua direttamente gli investimenti ma affida la gestione del patrimonio a intermediari professionali specializzati (gestori), selezionati sulla base di una procedura svolta secondo regole dettate dalla COVIP (Commissione di vigilanza sui Fondi pensione). L'investimento dei contributi è soggetto a rischi finanziari. Il termine "rischio" esprime la variabilità del rendimento di un titolo in un determinato periodo di tempo. Se un titolo presenta un livello di rischio basso (ad es. i titoli di Stato a breve termine), vuol dire che il suo rendimento tende a essere nel tempo relativamente stabile; un titolo con un livello di rischio alto (ad es. le azioni) è invece soggetto nel tempo a variazioni nei rendimenti (in aumento o in diminuzione) anche significativi.

Devi essere consapevole che il rischio connesso all'investimento dei contributi, alto o basso che sia, è totalmente a tuo carico. Ciò significa che il valore del tuo investimento potrà salire o scendere e che, pertanto, l'ammontare della tua pensione complementare non è predefinito.

FondoSanità ti propone una pluralità di opzioni di investimento mediante la possibilità di scelta del comparto, ciascuno caratterizzato da una propria combinazione di rischio/rendimento.

Il patrimonio di ciascun comparto del Fondo è suddiviso in quote. Ogni versamento effettuato da diritto ad un numero di quote. Il valore del patrimonio di ciascun comparto e della relativa quota è determinato con periodicità mensile, con riferimento all'ultimo giorno del mese. I versamenti sono trasformati in quote e frazioni di quote, sulla base del primo valore di quota successivo al giorno in cui si sono resi disponibili per la valorizzazione. Il valore delle quote di ciascun comparto di FondoSanità è consultabile di mese in mese nella sezione "Valori delle Quote".

I comparti presenti in FondoSanità sono:

Scudo

Questo comparto ha un grado di rischio basso ed è indicato per i soggetti che sono avversi al rischio e privilegiano investimenti volti a favorire la stabilità del capitale e dei risultati. La politica di investimento è volta a perseguire una composizione del portafoglio orientata verso attività a basso rischio e di pronta liquidità.

Progressione

Questo comparto ha un grado di rischio intermedio ed è indicato per quei soggetti che privilegiano la continuità dei risultati nei singoli esercizi e accettano un'esposizione al rischio moderata. La politica di investimento è volta a perseguire una struttura di portafoglio orientata ad una composizione bilanciata del medesimo.

Espansione

Questo comparto ha un grado di rischio medio alto e risponde alle esigenze di un soggetto che ricerca rendimenti più elevati nel lungo periodo ed è disposto ad accettare un'esposizione al rischio più elevata con una certa discontinuità dei risultati nei singoli esercizi. La politica di investimento è volta a perseguire una struttura del portafoglio prevalentemente orientata verso titoli di capitale.

Per la verifica dei risultati di gestione viene indicato, per ciascun comparto, un "benchmark" che è un parametro oggettivo e confrontabile, composto da indici, elaborati da soggetti terzi indipendenti, che sintetizzano l'andamento dei mercati in cui è investito il patrimonio dei singoli comparti.

Per maggiori informazioni sulla politica di investimento consulta il Documento sulla Politica di Investimento.

È importante sapere che la contribuzione può essere frazionata anche su più comparti, e che una volta individuato il comparto di investimento, qualora non si fosse più sicuri della scelta effettuata, sarà possibile modificarlo una volta ogni 12 mesi dall'ultima allocazione, scaricando e compilando l'apposito Modulo di Variazione Comparto.